Privacy Policy
Ferma
la Cristianofobia!
Dal 2000 ad oggi i cristiani vittime di persecuzioni sono stati 160 mila ogni anno. Ogni cinque minuti un cristiano è stato ucciso a causa della propria Fede.
Tutto ciò non può essere accettato, perché costituisce un’offesa a Dio e alla dignità umana; inoltre, è una minaccia alla sicurezza e alla pace e impedisce la realizzazione di un autentico sviluppo umano integrale.
Firma la petizione!
Aderisci anche tu
Sostieni
i nostri Obiettivi!
Porta avanti in prima persona l’azione di denuncia delle condizioni dei cristiani nel mondo! Nessuno può veramente ritenersi libero fino a quando anche un solo dei nostri fratelli cristiani verrà perseguitato e discriminato per la propria Fede e le proprie convinzioni.
Sostieni l'Osservatorio sulla Cristianofobia!
Fai la tua parte
Diffondi
il messaggio!
“I buoni saranno martirizzati, la Chiesa sarà perseguitata, il Santo Padre dovrà soffrire molto”.
Le parole pronunciate dalla Madre di Dio a Fatima il 13 luglio 1917 sono tuttora drammaticamente attuali. Ancora oggi, infatti, in alcune regioni del mondo non è possibile professare ed esprimere liberamente la fede cristiana, se non a rischio della vita e della libertà personale. In altre regioni vi sono forme più silenziose e sofisticate di pregiudizio e di opposizione verso i credenti e i simboli religiosi.

Uzbekistan: continua la persecuzione contro i cristiani
3 settembre 2014
comments (0)
Uzbekistan: continua la persecuzione contro i cristiani

Ancora violazioni alla libertà religiosa in Uzbekistan, dove le autorità locali continuano a colpire fedeli riuniti in preghiera o per incontri di carattere privato, confiscando libri – fra cui Bibbie …

Francia: detenuti non islamici costretti a rispettare il Ramadan
31 luglio 2014
comments (0)
Francia: detenuti non islamici costretti a rispettare il Ramadan

Secondo le cifre ufficiali, gli stranieri in libertà in Francia rappresenterebbero il 6% della popolazione totale. Quelli in prigione, invece, rappresenterebbero il 18,5% sul numero complessivo dei detenuti. Lo ha …

INDIA: Madhya Pradesh: "incoraggiati" dal governo, radicali indù perseguitano i cristiani
31 luglio 2014
comments (0)
INDIA: Madhya Pradesh: “incoraggiati” dal governo, radicali indù perseguitano i cristiani

“In Madhya Pradesh l’assoluta mancanza di volontà politica di controllare gli elementi più pericolosi incoraggia i fondamentalisti indù a perseguitare e intimidire la vulnerabile comunità cristiana”. Lo denuncia ad AsiaNews …

Iraq: giornalista musulmana va in onda con la croce al collo contro la persecuzione dei cristiani
30 luglio 2014
comments (0)
Iraq: giornalista musulmana va in onda con la croce al collo contro la persecuzione dei cristiani

Incurante delle possibili conseguenze del suo gesto clamoroso, la giornalista Dalia AlAqidi (nella foto a sinistra), dipendente dell’emittente irachena Sumaria, si è messa una croce al collo e si è …

Papa Francesco
La fede non si negozia. Quando incominciamo a tagliare la fede, a negoziare la fede, un po’ a venderla al migliore offerente incominciamo la strada dell’apostasia, della non-fedeltà al Signore.

Per trovare i martiri non è necessario andare alle catacombe o al Colosseo: i martiri sono vivi adesso, in tanti Paesi. I cristiani sono perseguitati per la fede. In alcuni Paesi non possono portare la croce: sono puniti se lo fanno. Oggi, nel secolo XXI, la nostra Chiesa è una Chiesa dei martiri.

La grazia della fede, dobbiamo chiederla, tutti i giorni: "Signore, custodisci la mia fede, falla crescere, che la mia fede sia forte, coraggiosa, e aiutami nei momenti in cui devo renderla pubblica. Dammi il coraggio".


Omelia della Messa presso la Cappellina della Casa Santa Marta, 6 Aprile 2013
Aderisci anche tu