Privacy Policy
Ancora persecuzione in Nigeria!
La tua parola di conforto ai cristiani perseguitati in Nigeria!
Alliance Defending Freedom (ADF), la più grande agenzia impegnata nella protezione legale dei diritti religiosi, ha di recente sollecitato al nuovo Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, l’austriaco Volker Turk, di monitorare da vicino la terribile situazione di persecuzione ai danni dei cristiani in Nigeria.

 

Secondo ADF, in Nigeria, quest’anno è destinato ad essere quello più micidiale per i cristiani nell’intero decennio.

 

Infatti, i cristiani di ogni estrazione sociale sono sotto minaccia imminente di pericolo e di morte. Circa 14 di loro vengono uccisi ogni giorno a causa della Fede.

 

Un esempio fra tanti: il tragico omicidio di Deborah Samuel, arsa a morte semplicemente per aver ringraziato Gesù in un sms.

 

Inoltre, gruppi estremisti islamici, come Boko Haram e lo Stato Islamico nella provincia dell’Africa occidentale, stanno terrorizzando cristiani e civili in generale.

 

Malgrado le tante e disperate richieste di protezione, le orribili campagne di rapimenti, violenze sessuali, omicidi e distruzioni che hanno afflitto città e villaggi in tutto il paese, restano ampiamente ignorate dalla comunità internazionale.

 

L’ADF fa appello al nuovo Alto Commissario affinché agisca, finora le Nazioni Unite non hanno prestato particolare attenzione al deterioramento della situazione dei cristiani in Nigeria, lasciando dietro di sé innumerevoli uomini, donne e bambini che sono stati vittime o a rischio di discriminazione religiosa, violenza e persecuzione.

 

Inoltre, l’ADF sollecita il nuovo Alto Commissario a condurre un’indagine sulle violenze sessuali, le conversioni indotte e i matrimoni forzati commessi da gruppi terroristici islamici contro donne e ragazze appartenenti a minoranze religiose, specialmente quella cristiana.

 

In vista di questa situazione – davvero angosciante –, cosa ti chiediamo di compiere oggi?

 

Come prima cosa, ed è la più importante, di pregare per loro, perché la loro sofferenza possa finire al più presto.

 

Ma ti chiediamo anche di più:

 

Cliccando qui, ti chiediamo di scrivere una parola di conforto e sollievo per i cristiani perseguitati a causa della Fede in Nigeria. Faremo arrivare le tue parole ed il tuo messaggio, in una maniera o nell’altra, a questi cristiani perseguitati, tramite i nostri canali in Africa.

 

È importante che questi nostri fratelli perseguitati in Nigeria non si sentano abbandonati, che sappiamo che sono tanti quelli qui in Italia che pensano a loro, pregano per loro, patiscono con loro. Lo farai? Basta cliccare qui.

 

Ti ringraziamo di cuore, ma a ringraziarti davvero saranno i nostri fratelli cristiani perseguitati in Nigeria.
10.000 firme al più presto!
Forme sempre più gravi di discriminazione e intolleranza sono oggi perpetrate ai danni dei cristiani in tutto il mondo, in particolare laddove la loro libertà religiosa è fortemente negata dai fondamentalismi di matrice islamica.

Diciamo BASTA! Chiedi anche tu al Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, la condanna formale e azioni concrete per fermare ogni atto di persecuzione e discriminazione a danno dei cristiani.

Firma ora! È necessario il supporto di tutti per fermare questo genocidio.
Aderisci anche tu