Privacy Policy
La persecuzione ai danni dei cristiani non si placa!
Cosa ci hanno scritto riguardo ai cristiani perseguitati!
La settimana scorsa ti rendevamo partecipe della messa che faremo celebrare in occasione della festa di Cristo Re e Signore dell’Universo, domani 21 dicembre, per le intenzioni dei cristiani che patiscono la persecuzione.

 

Abbiamo invitato i sostenitori dell’Osservatorio ad inviarci qualche parola di incoraggiamento e di sostegno a questi cristiani e le loro intenzioni di preghiera. Tantissimi l’hanno fatto, condividiamo con te quello che ci hanno scritto fra poco.

 

Queste parole di incoraggiamento e di conforto saranno a conoscenza di questi cristiani. Sia perché leggono quello che l’Osservatorio pubblica, sia perché li raggiungeranno in una maniera o in un’altra.

 

Il fatto è che la persecuzione non si placa.

 

Prima di farti conoscere le parole di conforto da parte dei sostenitori dell’Osservatorio, condividiamo con te velocemente quanto ci è stato riferito proprio oggi, da Aleteia, l’agenzia cattolica di notizie e informazioni, riguardo la situazione dei cristiani a Madhya Pradesh, uno stato dell’India centrale.

 

In questo stato, ci riporta Aleteia, i cristiani sono regolarmente molestati e sottoposti a crescenti pressioni da parte dei gruppi indù per abbandonare la Fede:

 

“La nostra gente è costretta ad abbandonare il cristianesimo e unirsi all’induismo, ha denunciato a UCA News, PG, un cattolico del distretto di Jhabua.

 

Già ai primi di novembre la polizia aveva arrestato una dozzina di cristiani accusandoli del cosiddetto crimine di “proselitismo”. E il 10 novembre una folla di 1.000 persone ha cercato di demolire una grotta dedicata alla Vergine situata a Thandla.

 

E lo scorso ottobre, gli estremisti indù hanno minacciato di installare una statua della dea Saraswati indù all’interno di una scuola cattolica nella diocesi di Satna.

 

In questa zona, “alcuni gruppi indù trattano i cristiani come loro nemici”.

 

Di fronte a questo, padre Rocky Shah, responsabile di relazioni pubbliche della diocesi di Jhabua (48.000 cattolici su una popolazione di oltre 6 milioni), ha scritto sui giornali locali per spiegare cos’è veramente il cristianesimo, ma “purtroppo non è cambiato nulla”, si rammarica.

 

In seguito condividiamo con te quanto ci hanno inviato alcuni sostenitori dell’Osservatorio:

 

 

CB – Siamo con voi, fratelli e sorelle perseguitati. Chiediamo che Gesù crocifisso, che vi rende degni di partecipare alla Sua Passione, vi doni la forza di resistere nel Suo nome e vi doni presto sollievo, il riconoscimento dei vostri diritti e una vita sicura e serena.

 

SZ – Cari fratelli e sorelle, Dio vi benedica per la testimonianza di fede che rendete a tutta la Chiesa e vi sostenga nella prova. La croce che portate diventi strumento per la gloria di Dio.

 

SB – Cari fratelli perseguitati e costretti a vivere nascostamente la vostra fede, siete un lungimirante modello per noi occidentali, che gradualmente ci stiamo avviando ad essere, non solo una minoranza, ma una minoranza scomoda, screditata, attaccata, zittita e ridicolizzata.

 

Non rischiamo ancora la vita ma la vita è sempre più complicata. Lo vediamo sui nostri figli, quanto è più difficile per loro rimanere nella chiesa, e rimanerci con entusiasmo. Solo un assaggio di quanto voi state già vivendo. Se rimanete fedeli voi, rimaniamo fedeli anche noi. Preghiamo per voi e per la vostra fede. Siete luce e testimonianza! Coraggio!

 

Ti preghiamo Signore per tutti i fratelli cristiani che non possono vivere liberamente la loro fede, né esprimerla, né ricevere l’Eucaristia e i sacramenti con regolarità. Dona loro la forza di continuare ad appoggiarsi a Te, di rimanere fedeli all’annuncio di salvezza ricevuto, sapendo che Tu sei fedele.

 

FL – Carissimi fratelli e sorelle, mi vergogno di non essere in mezzo a voi a soffrire e ad offrire anche la mia vita al fine di glorificare nostro Signore, anche se non posso non essergli grato di preservare al momento me e i miei familiari dalle persecuzioni che voi state sopportando per Lui. Io resto in comunione con voi nei limiti in cui mi è possibile.

 

Cercherò di starvi vicino sul piano morale e spirituale, sperando che anche materialmente vi giungano già adeguati aiuti da parte delle associazioni governative.

 

Che il Signore, anche in virtù della potente intercessione della sua Santissima Madre, possa inondarvi del suo spirito divino per resistere alle persecuzioni e alle torture omicide che siete costretti a subire a causa della vostra fede in Cristo Gesù. Che la sua benedizione salvifica permanga sulle vostre preziosissime vite destinate al destino glorioso del Cielo.

 

MB – Preghiamo ogni giorno per voi, perché le cose cambino, perché il mondo si apra al rispetto e alla misericordia e finalmente voi e le vostre famiglie possiate vivere in pace e professare la fede, la misericordia, la fratellanza senza temere chi vuole sopprimere la ricerca del bene.

 

Preghiamo per voi perché vi sia consentito esprimere e professare liberamente la vostra fede, senza libertà di coscienza e senza possibilità di perseguire il bene, l’uomo è svilito della propria dignità.

 

LT – Coraggio, il Signore è con voi e non vi abbandona. Vi siamo vicini con la nostra preghiera. Signore aiuta e sostieni i tuoi figli perseguitati. Sostieni la loro fede, proteggili e converti i cuori di tutti.

 

MC – Ogni giorno durante la S. Messa e quando prego presento sl Signore tutto il vostro patire e invoco tantissima forza. Quando prego imploro affinché diate consolati dalla carezza materna della nostra Mamma Celeste e Le chiedo che vi protegga continuamente con il Suo Manto. Lei è Mamma e lo fa davvero. Vi abbraccio tutti fraternamente.

 

PC – Ognuno di noi può fare qualcosa per alleviare le sofferenze dei nostri fratelli che patiscono la persecuzione. Una preghiera per tutti i cristiani e anche “per quelli che ancora non hanno conosciuto Dio”.

 

BF – Cari fratelli, con le vostre sofferenze e la vostra eroica perseveranza vi state creando un posto privilegiato nel paradiso, parimenti riuscite ad essere di esempio a noi cristiani occidentali che ci siamo adagiati sul nostro benessere e che stiamo perdendo di vista la strada maestra per il fine ultimo chiamato Paradiso. Grazie! Che il Signore vi ricolmi di benedizioni.

 

Che il Buon Dio conceda a tutti i cristiani perseguitati e fatti oggetto di violenza, abusi e soprusi, la Sua benedizione, la Sua forza ed il Suo amore, abbrevi e lenisca le loro sofferenze.

 

LM – Ho grande ammirazione per voi che testimoniate il Vangelo a costo di grandi sacrifici. Come diceva S. Paolo “se Dio è con noi chi sarà contro di noi”? (Prego) perché tutti nel mondo abbiano la possibilità di leggere e ascoltare il Vangelo e la parola di Dio e di professare la religione cristiana.

 

LG – Vi ringraziamo per la vostra forza e il vostro coraggio. Con la vostra testimonianza siete un esempio per tutti quelli che non vivono la difficoltà del manifestare la propria fede. Siete il terreno buono in cui il Signore ha gettato il suo seme perché porti frutto, e sarà un frutto abbondante.

 

Ti chiediamo Signore il coraggio che viene dallo Spirito Santo per ogni cristiano, perché sappia essere un testimone credibile dell’amore che Gesù ha manifestato a tutti gli uomini donando la sua vita sulla croce.

 

SP – Beati gli ultimi perché loro è il Regno dei Cieli. Che la Madonna illumini i cuori delle tante persone indifferenti.

 

CA – Coraggio fratelli e sorelle, ciò che state soffrendo vi sarà restituito in felicità eterna da Dio nostro Padre e da Gesù Cristo che tutto vede, la Vergine Maria cammina con voi insieme coi vostri angeli custodi, noi continuiamo a pregare per voi.

 

(Prego) per tutti i cristiani perseguitati e per tutti i bambini del mondo specialmente le povere bimbe costrette ad andare in sposa con uomini adulti.

 

AG – Non ho parole che possano umanamente confortare chi subisce così tante sofferenze nel corpo e nello spirito, ma posso solamente assicurare la mia vicinanza con la preghiera ricordando che anche l’odio ha sempre un termine.

 

FC – Il Signore dia sostegno, conforto e coraggio ai fratelli perseguitati, e faccia finire presto le persecuzioni! Per tutti i cristiani perseguitati, in particolare i fratelli dell’Afghanistan.

 

AV – Coraggio, tutto quello che state subendo, è in odio a Cristo. Lo so che è più facile parlare che fare, specie se non si è dentro, ma cari fratelli, ponete tutto ai piedi della croce e confidate in Gesù.

 

Stiamo vivendo tempi molto bui, direi apocalittici. Prego tutti i giorni, e nelle mie preghiere, quella per la pace nel mondo.

 

MS – Carissimi fratelli, voi siete più di ogni altro nel cuore di Cristo. Prego per voi e vi sono grata per la vostra testimonianza di fede e di coraggio. (Prego) per i sacerdoti, per la conversione dei peccatori, per i cristiani perseguitati.

 

ML – Cari fratelli e sorelle perseguitati a causa della vostra fede, non perdete la speranza di tornare nelle vostre case e nei vostri paesi!  Siate certi che il Signore è con voi e ricompenserà la vostra testimonianza.

 

Chiedo al Signore che doni il suo Spirito Santo a tutti i cristiani perseguitati in vario modo nel mondo, soprattutto per quelli che subiscono violenze e devono fuggire dai loro paesi e dalle loro case. Prego perché Dio tocchi il cuore dei responsabili e li converta.

 

IL – Signore Gesù che oggi in modo particolare celebriamo come Signore e Re dell’universo, dona la tua forza, coraggio e consolazione ai nostri fratelli perseguitati per il tuo nome. Fa splendere il tuo Volto su di loro. Sii loro rocca e rifugio, abbraccio infinito di tenerezza e compassione. Tocca il cuore dei persecutori perché si volgano a te.

 

Chiaramente i cristiani che patiscono la persecuzione meritano la nostra compassione e le nostre preghiere.

 

Se è nelle tue possibilità, potrai sostenere l’Osservatorio sulla Cristianofobia così da poter rafforzare il monitoraggio quotidiano degli atti contrari alla libertà di culto, nel mondo.
10.000 firme al più presto!
Forme sempre più gravi di discriminazione e intolleranza sono oggi perpetrate ai danni dei cristiani in tutto il mondo, in particolare laddove la loro libertà religiosa è fortemente negata dai fondamentalismi di matrice islamica.

Diciamo BASTA! Chiedi anche tu al Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, la condanna formale e azioni concrete per fermare ogni atto di persecuzione e discriminazione a danno dei cristiani.

Firma ora! È necessario il supporto di tutti per fermare questo genocidio.
Aderisci anche tu